Mindfulness sul lavoro

riduzione dello stress lavoro correlato

Benvenuto alla settimana numero 3. Questo training è basato sulle teorie di mindfulness e in particolare sul programma Mindfulness Based Stress Reduction (MBSR) di Jon Kabat-Zinn.

Questa settimana introduciamo un nuovo esercizio, Calmare la Mente. 

In questa fase iniziale del nostro allenamento non ci rendiamo ancora conto quanto la mente sia naturalmente incline a calmarsi. Il nostro incessante parlottio mentale è ciò che mantiene la mente instabile. La maggior parte delle persone si sente incoraggiata quando si rende conto di questo perché capisce la via da seguire: se facciamo qualcosa riguardo a tutto questo incessante pensare, allora il potenziale della mente di essere tranquilla si manifesterà. Sfortunatamente, quando le persone arrivano a questa comprensione, passano quasi invariabilmente per trarre la peggiore delle conclusioni possibili: "Devo liberarmi dei pensieri, svuotare la mente, non devo pensare a niente". Nessuna di queste opzioni è possibile perché la tendenza a pensare è profondamente radicata in modelli di abitudini potenti. Se tentiamo di smettere di pensare e svuotare le nostre menti, finiremo semplicemente per sopprimere il pensiero, ingannare e illuderci, e infine creare rigidità e tensione nelle nostre menti. 

Gli esercizi di questa settimana sono:

1. Calmare la mente - L'esercizio che stai per fare introduce un ancoraggio alternativo su cui poggiare la tua attenzione. Nel fare ciò toglierai la concentrazione dai pensieri che continuano a comparire nelle mente. Di seguito, troverai un audio con una guida di 3 minuti da fare una volta la mattina appena ti svegli e la sera prima di andare a letto. Se vuoi puoi anche fare questo esercizio durante il giorno in un momento di pausa.

calmare la mente

2. Consapevolezza del respiro - Portare intenzionalmente l'attenzione al fatto che stai respirando, farlo 5 volte al giorno. Per eseguire questo esercizio metti 5 suonerie sul tuo cellulare. Quando il cellulare suona, porta intenzionalmente l'attenzione al fatto che stai respirando, ripetendo mentalmente "Inspiro e so che sto inspirando. Espiro e so che sto espirando", saranno circa 10 secondi di esercizio. Subito dopo, guardandoti intorno, pensa per quale motivo potresti sentire gratitudine. Forse ti trovi nel tuo ufficio comodo e luminoso, o magari sta scrivendo al computer, significa che puoi vedere e usare le tue mani. Insomma, usa la tua immaginazione per trovare intorno a te ragioni per cui essere grati.

3. Ascolto consapevole - Per fare questo esercizio è importante mettere l'attenzione su due punti:

- La tua respirazione
- I bisogni dell'altra persona

Quando sei in contatto con la tua respirazione, sei anche in contatto con le tue emozioni e questo è importante per prevenire reazioni che possono scatenare emozioni negative o malsane.
Inoltre, se ti concentri sulle esigenze dell'altro durante una conversazione, puoi capire meglio come raggiungere un compromesso con loro.

Ecco come farlo:

1. Quando l'altra persona sta parlando, stai in silenzio e ascolta ciò che sta effettivamente dicendo; senza giudizio.


2. Se la tua mente inizia a vagare, riportala al tuo respiro e alle parole che stai ascoltando.


3. Mettiti in contatto con le tue emozioni durante la conversazione.

Se hai dubbi o domande, sarò felice di aiutarti a risolverle, puoi chiamarmi al +44 7535 790691 (whatsapp) o mi puoi scrivermi un messaggio qui:

Mindfulness and Qi Gong

 UK

Canada

  Costa Rica

Italy

Spain

© 2019 by Marta Regina

 

  • Instagram - White Circle
  • LinkedIn - White Circle
  • Facebook - Grey Circle